Eventi

Villa Scopoli – Tesori in Villa: storia e mestieri di un tempo

“Tesori in Villa: storia e mestieri di un tempo”
Villa Scopoli, venerdì 29 giugno 2018 ore 18.00

Fondazione Discanto intende valorizzare e far conoscere alcune prestigiose istituzioni culturali ancora poco note, aprendole al grande pubblico con una serie di aperture straordinarie dal titolo “Inaspettate bellezze” alla scoperta dei partner del progetto di Hub del Management Culturale: Biblioteca Capitolare, Accademia di Agricoltura, Scienze e Lettere, Eremo di San Giorgio, Museo Diocesano di Mantova e la Pia Società Don Mazza con il complesso di Villa Scopoli.

Il progetto ideato da Fondazione Discanto, con il sostegno di Fondazione Cariverona, ha una duplice funzione: formare giovani manager della Cultura e valorizzare il patrimonio storico-artistico del territorio.

Il secondo appuntamento con la rassegna si terrà venerdì 29 giugno presso Villa Scopoli di Avesa con una speciale esperienza alla scoperta di uno dei più suggestivi patrimoni storici del veronese, proprietà della Pia Società Don Mazza. “Tesori in Villa: storia e mestieri di un tempo”: un tuffo in epoche lontane per rivivere momenti di quotidianità del passato.

La visita prevede un percorso che condurrà alla Villa passando per alcuni spazi annessi, quali la chiesa della Camaldola, gli antichi lavatoi e costeggiando in alcuni suoi tratti il piccolo fiume di risorgiva Lorì, che nasce non lontano dal parco.

La visita inizierà in presenza di alcuni rievocatori storici che regaleranno un’esperienza unica per immergersi a pieno nell’atmosfera del passato e continuerà nel parco della villa alla scoperta dell’antica peschiera ed altri scorci inediti.

Inaspettate bellezze a soli 4 chilometri dal centro storico di Verona.

Al termine del percorso gli ospiti potranno degustare le specialità di Risamore, la prima risotteria italiana in franchising. Un momento di convivialità in cui cultura e gastronomia si incontrano per celebrare la riscoperta di Villa Scopoli.

______________________________________________________

INFO VISITA GUIDATA: TESORI IN VILLA: STORIA E MESTIERI DI UN TEMPO/ INASPETTATE BELLEZZE

Villa Scopoli – Avesa (ingresso Piazza Plebiscito 10)
Venerdì 29 giugno 2018 alle 18:00

Ingresso visita guidata + Degustazione Risamore street food: euro 15,00

Degustazione Risamore street food: euro 5,00

Prenotazione obbligatoria

tel. 045 8538071          mail: [email protected]

Prossimi appuntamenti con “Inaspettate bellezze”

  • “Eremo con vista” – Eremo di San Giorgio, Bardolino. Sabato 14 luglio 2018, ore 18.00
  • “Quattro passi al museo” – Museo Diocesano Francesco Gonzaga di Mantova. Sabato 21 luglio 2018 Ore, 17.30, 18.30, 19.30
  • “Verona non solo Giulietta” – Accademia di agricoltura, scienze e lettere. Sabato 29 settembre 2018 Ore 16.00, 17.00

Visite guidate speciali in Biblioteca Capitolare

Venerdì 22 giugno - Sabato 23 giugno - Domenica 24 giugno alle ore 18.00
Biblioteca Capitolare di Verona (Piazza Duomo, 19)

La Fondazione Discanto organizza per il lungo weekend del solstizio d'estate una serie di visite guidate speciali alla Biblioteca più antica al mondo: la Capitolare di Verona. Inoltre, durante la visita è previsto un focus su alcuni preziosi codici musicali posseduti dalla Biblioteca, per continuare le celebrazioni della Festa europea della Musica del 21 giugno.

INFO

Ingresso visite guidate: euro 10, si consiglia la prenotazione.

Per info e prenotazioni: tel. 045 8538071 [email protected]


Festa europea della Musica in Biblioteca Capitolare

Voci nel Chiostro - 21 giugno 2018

Per la prima volta la Biblioteca Capitolare di Verona parteciperà alla Festa della Musica, una manifestazione popolare che si tiene il 21 giugno di ogni anno in contemporanea europea per celebrare il solstizio d’estate e trasmettere quel messaggio di cultura, partecipazione, integrazione, armonia e universalità che solo la musica riesce a dare.

L’evento organizzato in collaborazione con Fondazione Discanto, si terrà nel Chiostro della Biblioteca Capitolare, a partire dalle ore 18 fino alle 21, dove la MUSICA sarà la protagonista assoluta della serata con “le voci” del baritono Bongjung Kim e dei soprano Yim Kyoung e Laura Ulloa, vincitori del Premio Internazionale di Musica Gaetano Zinetti.

I cantanti, accompagnati al pianoforte dal Maestro Federico Donadoni, interpreteranno celebri arie da opera di Verdi, Puccini e tanti altri, oltre a magnifiche canzoni come “Un amore così grande” e “Musica proibita”, solo per citarne alcune.

L’evento musicale nel Chiostro è ad ingresso gratuito.

Contemporaneamente il 21 giugno è anche il primo appuntamento della rassegna “Inaspettate bellezze”, una serie di visite speciali alla scoperta dei partner del progetto di Hub del Management Culturale: Biblioteca Capitolare, Accademia di Agricoltura, Scienze e Lettere, Eremo di San Giorgio, Museo Diocesano di Mantova e la Pia Società Don Mazza con il complesso di Villa Scopoli.

La rassegna inizia con la Biblioteca Capitolare, che dopo il grande successo della mostra “Verona al tempo di Ursicino”, riproporrà giovedì 21 giugno una serie di visite guidate sulla storia della Biblioteca tra le ore 18 e le 21 e, per l’occasione, esporrà eccezionalmente al pubblico antichi strumenti musicali. Inoltre, si potrà poi accedere al Museo Canonicale e la visita terminerà nel chiostro i visitatori potranno deliziarsi con la manifestazione “voci nel chiostro”.

INFO EVENTO: FESTA DELLA MUSICA / INASPETTATE BELLEZZE

Biblioteca Capitolare di Verona (ingresso Piazza Duomo 19)

Giovedì 21 giugno 2018 dalle 18:00 alle 21:00

Ingresso concerto: gratuito

Ingresso visite guidate: euro 10 (orario 18:00/19:00/20:00)

Si consiglia la prenotazione per le visite guidate.

Per info e prenotazioni: tel. 045 8538071 [email protected]


CORSO DI FORMAZIONE ACCOGLIERE TURISTI CON DISABILITÀ

CORSO DI FORMAZIONE ACCOGLIERE TURISTI CON DISABILITÀ

Il Museo Diocesano Francesco Gonzaga di Mantova e Fondazione Discanto organizzano una giornata di formazione sulla tematica del turismo accessibile in collaborazione con la Cooperativa Sociale Quid Onlus-Progetto Yeah.

La giornata formativa avrà luogo giovedì 14 Giugno 2018, con orario 9:00-12:00 e 13:00-16:00 presso il Museo Diocesano di Mantova ed è rivolta a:

  • guide e accompagnatori turistici;

  • addetti all'accoglienza;

  • personale di parchi naturalistici, termali e tematici;

  • personale museale;

  • professionisti interessati al tema del turismo accessibile.

Un corso di formazione specifico per il turismo accessibile, in grado di fornire strumenti professionali per CONOSCERE, VIVERE, IMPLEMENTARE e COSTRUIRE un servizio d’eccellenza per l’accoglienza di tutti.

Sono previste esperienze formative teoriche e laboratori pratici che hanno l'obiettivo di far conoscere ai corsisti i bisogni delle persone con disabilità sensoriali, ricreando situazioni in cui far vivere in prima persona il loro quotidiano, in modo da acquisire strumenti professionali per condurre visite guidate adatte a tutti.

Il corso punta a fornire una formazione specifica e professionale per l'accoglienza di turisti con esigenze specifiche all'interno di un tour o visite guidate affrontando tematiche quali:

- Che cos'è il turismo accessibile e perché esso rappresenta un'opportunità

- Trend demografici e bacino d’utenza potenziale

- Nozioni di base sulla disabilità visiva, uditiva e motoria: aspetti medici, sociologici e culturali; cecità vs ipovisione, sordità vs ipoacusia, menomazione vs disabilità; stereotipi e pregiudizi

- Programmare tour accessibili per tutti: tempi e percorsi

- Gestire turisti con disabilità all'interno di una comitiva

- Progettare tour e visite guidate rivolte a turisti con disabilità

- Comunicare con tutti: fornire indicazioni, descrivere monumenti a persone con disabilità sensoriale, ecc.

- Soddisfare turisti con esigenze specifiche

Il tutto si svolgerà nella prestigiosa sede del Museo Diocesano, che tra l’altro, è dotato di una sala di riproduzioni tattili per non-vedenti e ipovedenti, dove vi sono riprodotti alcuni dei capolavori più belli dello stesso Museo.


giovedì 14 giugno 2018 ore 9.00 -12.00, 13.00-16.00

Museo Diocesano Francesco Gonzaga, Mantova

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

Il costo del corso è di euro 75+iva. Posti limitati.
È possibile iscriversi fino al 12 giugno 2018, tramite apposito 
Modulo iscrizione

*possibilità di iscriversi in loco a partire da mezz'ora prima dell'evento


La violinista Ekaterina Belaya in concerto alla Biblioteca Capitolare

Dall'Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo la violinista Ekaterina Belaya

Per il progetto Hub del Management culturale, mercoledì 23 maggio, la Biblioteca Capitolare di Verona e la Fondazione Discanto presentano il concerto di Ekaterina Belaya: giovane promessa del panorama musicale russo, violinista dell’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo e vincitrice del 2° premio nella categoria Solisti al 21° Premio Internazionale di Musica Gaetano Zinetti 2016.

Apre l’esibizione la Partita n. 2 in re minore per violino solo BWV 1004 di J.S. Bach, la cui celebre Ciaccona finale rappresenta una delle vette più alte di tutta l’arte strumentale del compositore tedesco; a seguire, il Capriccio n. 2 e n. 9 di N. Paganini, ed infine la Sonata n. 3 per violino solo “Ballade” di E. Ysaÿe, compositore e violinista belga attivo tra Otto e Novecento

Il concerto del virtuoso archetto di Ekaterina Belaya si terrà alle ore 18:30 presso la Biblioteca Capitolare e sarà preceduto, alle ore 17, da una visita guidata alla scoperta dei tesori della biblioteca più antica del mondo. In questa particolare occasione verranno esposti al pubblico alcuni preziosi manoscritti di musica sacre e altri antichi volumi d’interesse storico ed artistico.

I visitatori verranno così immersi in un viaggio a tema musicale dal Medioevo fino all’età contemporanea, tra antiche note e nuovi talenti.
È possibile prendere parte singolarmente ad uno dei due appuntamenti, al prezzo rispettivo di 10 euro per la visita e 8 per il concerto, mentre coloro che parteciperanno ad entrambi potranno usufruire del prezzo speciale di euro 15.

La biglietteria, con ingresso in Piazza Duomo 19, aprirà a partire da un’ora prima dell’inizio dell’evento.

Ekaterina Belaya ha studiato presso il Conservatorio “P.I. Tchaikovsky” di Mosca e la University of North Texas College of Music di Denton. Dal 2014 è violinista presso l’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo, dopo aver suonato per l’orchestra “Evgeny Svetlanov”, la Verbier Symphony Orchestra e la Verbier Chamber Orchestra. Ha vinto numerosi premi internazionali, tra cui il primo premio alla Rudolf Matz Competition (Croazia) ed ulteriori premi presso i concorsi “Classical Heritage” a Mosca, “Shabyt” ad Astana, “Art of 21 century” a Kiev, “Symphony” a Volgograd. Nel 2016 si è classificata seconda alla ventunesima edizione del Premio Internazionale di Musica Gaetano Zinetti nella categoria Solisti.


INFO EVENTO
Biblioteca Capitolare di Verona
(ingresso piazza Duomo 19)
Mercoledì 23 maggio 2018
ore 17:00 visita guidata ed esposizione codici musicali
ore 18:30 concerto della violinista Ekaterina Belaya

PROGRAMMA CONCERTO
J.S. Bach
Partita n. 2 in re minore per violino solo BWV 1004
N. Paganini Capriccio n. 2 e n. 9
E. Ysaÿe Sonata n. 3 per violino solo “Ballade”

Biglietti (biglietteria aperta dalle ore 16:00)
15 euro (visita + concerto)
10 euro (visita)
8 euro (concerto)

Infoline: tel. 045 8538071 – cell. 392 2231495    [email protected]
www.bibliotecacapitolare.it


La violinista Ekaterina Belaya in concerto a Verona

Dall’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo la violinista Ekaterina Belaya

Venerdì 18 maggio 2018 alle ore 20:00, presso la Chiesa di Santo Stefano di Verona, la Pia Società Don Mazza e Fondazione Discanto presentano il concerto della giovane violinista Ekaterina Belaya, promessa del panorama musicale russo, violinista dell’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo e vincitrice del 2° Premio nella categoria Solisti al 21° Premio Internazionale di Musica Gaetano Zinetti 2016.

Organizzato nell’ambito del progetto Hub del management Culturale, promosso da Fondazione Discanto, il concerto si terrà alle ore 20:30 presso la Chiesa di Santo Stefano e sarà preceduto alle ore 20:00 da un aperitivo di benvenuto.

Si ringrazia per la collaborazione Scapin 1935.

Aprirà l’esibizione la Partita n. 2 in re minore per violino solo BWV 1004 di J.S. Bach, la cui celebre Ciaccona finale rappresenta una delle vette più alte di tutta l’arte strumentale del compositore tedesco, a seguire il Capriccio n. 2 e n. 9 di N. Paganini ed infine la Sonata n. 3 per violino solo “Ballade” di E. Ysaÿe, compositore e violinista belga attivo tra Otto e Novecento.

Ekaterina Belaya, ha studiato presso il Conservatorio “P.I. Tchaikovsky” di Mosca e la University of North Texas College of Music di Denton. Dal 2014 è violinista presso l’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo, dopo aver suonato per l’orchestra “Evgeny Svetlanov”, la Verbier Symphony Orchestra e la Verbier Chamber Orchestra. Ha vinto numerosi premi internazionali, tra cui il primo premio alla Rudolf Matz Competition (Croazia) ed ulteriori premi presso i concorsi “Classical Heritage” a Mosca, “Shabyt” ad Astana, “Art of 21 century” a Kiev, “Symphony” a Volgograd. Nel 2016 si è classificata seconda alla ventunesima edizione del Premio Internazionale di Musica Gaetano Zinetti nella categoria Solisti.


PROGRAMMA CONCERTO
J.S. Bach Partita n. 2 in re minore per violino solo BWV 1004
N. Paganini Capriccio n. 2 e n. 9
E. Ysaÿe Sonata n. 3 per violino solo “Ballade”

 

INFO EVENTO
Chiesa di Santo Stefano - Verona (Vicolo Scaletta S. Stefano, 2)
Venerdì 18 maggio 2018
ore 20:00
Aperitivo di benvenuto
ore 20:30 concerto della violinista Ekaterina Belaya

Biglietti (biglietteria aperta dalle ore 19:00)
Posto unico: 8 euro
Si consiglia la prenotazione.

Infoline
tel. 045 8538071 – cell. 392 2231495    [email protected]


Estonian String Quartet in concerto all’Eremo di San Giorgio

Estonian String Quartet in concerto all'Eremo di San Giorgio

Per il progetto Hub del Management Culturale, l’Eremo di San Giorgio e Fondazione Discanto, con il patrocinio del Comune di Bardolino, presentano il concerto del giovane e promettente quartetto Estonian String Quartet, vincitore del 2° premio categoria Ensemble al 22° Premio Internazionale di Musica Gaetano Zinetti 2018, per la prima volta a Verona.

Il programma del concerto prevede il giovanile Quartetto op. 20 n. 2 di Haydn, e soprattutto il Quartetto op. 110 n. 8 in Do minore di Shostakovich, uno dei quindici lavori di questo genere del compositore russo, che costituiscono uno dei cicli musicali più importanti della musica del ventesimo secolo e coprono un periodo storico che va dagli anni più cupi dello stalinismo alla seconda guerra mondiale, alla guerra fredda e ai primi segni di disgelo. Furono scritti tra il 1938 e il 1974 e rappresentarono per il compositore un'oasi appartata, che lo metteva al riparo dalle condanne e dai diktat del regime sovietico, perché questo tipo di musica, riservata a un pubblico di appassionati, era meno sorvegliato dalla censura rispetto alle opere e alle sinfonie destinate ad un pubblico vastissimo. Nei quartetti si riversò dunque senza inibizioni il mondo espressivo del compositore russo, che alterna e mescola la satira graffiante e il pessimismo senza speranza, la vitalità scatenata e la meditazione lirica.

L' Estonian String Quartet è un quartetto d’archi estone formato dai giovani violinisti Hans Christian Aavik e Marta Mutso, dalla violista Greten Lehtmaa e dal violoncellista Andres Alexander Metspalu. Dopo gli studi presso la "Tallinn Music High School" in Estonia, in cui si sono esibiti in qualità di prime parti nell’Orchestra Sinfonica dell’istituto, hanno partecipato a varie competizioni di musica da camera tra I quali “Pavasario Sonata 2016” a Vilnius e nel 2017 al 22° Premio Internazionale di Musica Gaetano Zinetti di Sanguinetto, aggiudicandosi in entrambe le competizioni il secondo premio.

L' Estonian String Quartet ha studiato con i membri del Petersen Quartet e del Signum Quartet, e spera vivamente di poter essere seguito anche dal Meta4 Quartet negli anni a venire.

Recentemente il quartetto ha deciso di cambiare il proprio nome in The Rahman Quartet.


INFO
Eremo di San Giorgio - Bardolino (VR)
Venerdì 11 maggio 2018 ore 20.30 Estonian String Quartet

 

Programma

Haydn Quartetto n. 2 op. 20
Shostakovich Quartetto op. 110 n. 8 in Do minore

INGRESSO LIBERO

Infoline: tel. 045 8538071 – cell. 392 2231495    [email protected]

www.fondazionediscanto.it   www.eremosangiorgio.it


Estonian String Quartet all’Accademia di Agricoltura, Scienze e Lettere

Estonian String Quartet in concerto

Per il progetto Hub del Management Culturale, l’Accademia di Agricoltura Scienze e Lettere e Fondazione Discanto presentano il concerto del giovane e promettente quartetto Estonian String Quartet, vincitore del 2° premio categoria Ensemble al 22° Premio Internazionale di Musica Gaetano Zinetti 2017, per la prima volta a Verona.

Il programma del concerto prevede il giovanile Quartetto op. 20 n. 2 di Haydn, e soprattutto il Quartetto op. 110 n. 8 in Do minore di Shostakovich, uno dei quindici lavori di questo genere del compositore russo, che costituiscono uno dei cicli musicali più importanti della musica del ventesimo secolo e coprono un periodo storico che va dagli anni più cupi dello stalinismo alla seconda guerra mondiale, alla guerra fredda e ai primi segni di disgelo. Furono scritti tra il 1938 e il 1974 e rappresentarono per il compositore un'oasi appartata, che lo metteva al riparo dalle condanne e dai diktat del regime sovietico, perché questo tipo di musica, riservata a un pubblico di appassionati, era meno sorvegliato dalla censura rispetto alle opere e alle sinfonie destinate ad un pubblico vastissimo. Nei quartetti si riversò dunque senza inibizioni il mondo espressivo del compositore russo, che alterna e mescola la satira graffiante e il pessimismo senza speranza, la vitalità scatenata e la meditazione lirica.

L' Estonian String Quartet è un quartetto d’archi estone formato dai giovani violinisti Hans Christian Aavik e Marta Mutso, dalla violista Greten Lehtmaa e dal violoncellista Andres Alexander Metspalu. Dopo gli studi presso la "Tallinn Music High School" in Estonia, in cui si sono esibiti in qualità di prime parti nell’Orchestra Sinfonica dell’istituto, hanno partecipato a varie competizioni di musica da camera tra I quali “Pavasario Sonata 2016” a Vilnius e nel 2017 al 22° Premio Internazionale di Musica Gaetano Zinetti di Sanguinetto, aggiudicandosi in entrambe le competizioni il secondo premio.

L' Estonian String Quartet ha studiato con i membri del Petersen Quartet e del Signum Quartet, e spera vivamente di poter essere seguito anche dal Meta4 Quartet negli anni a venire.

Recentemente il quartetto ha deciso di cambiare il proprio nome in The Rahman Quartet.


INFO

Accademia di Agricoltura Scienze e Lettere – Palazzo Erbisti (Verona, Via Leoncino, 6)

Mercoledì 9 maggio 2018 ore 18.30 Estonian String Quartet

 

Programma

Haydn Quartetto n. 2 op. 20

Shostakovich Quartetto op. 110 n. 8 in Do minore

Biglietti 8 euro (posto unico) - biglietteria aperta a partire dalle ore 17,30

Infoline tel. 045 8538071 – cell. 392 2231495     [email protected] 

www.aaslvr.it

 


Concerto al Teatro Bibiena

La Musica è divertimento: dalla classica ai giorni nostri

Fondazione Discanto, con il patrocinio del Comune di Mantova, invita al concerto di fine anno dal titolo “La musica è divertimento: dalla classica ai giorni nostri” sabato 30 dicembre 2017 alle ore 20:30 al Teatro Bibiena di Mantova.  Il programma spazia dal grande repertorio classico e lirico ad autori recenti.

Il concerto è aperto gratuitamente a tutta la cittadinanza. Eventuali offerte libere verranno devolute in favore del restauro di cui necessita l’organo del Duomo di Mantova.

Per ragioni tecnico-organizzative, la data del 29 dicembre, inizialmente annunciata, è annullata.

Il concerto, con la direzione artistica del M° Stefano Darra, vede protagonisti tre vincitori delle ultime edizioni del Premio Internazionale di Musica Gaetano Zinetti: il baritono Kim Bongjung (Corea del Sud), vincitore del 1° Premio 2017 nella categoria “Canto lirico”; il soprano Chiara Fiorani, vincitrice del 3° Premio ex aequo 2016 nella categoria “Canto lirico”; il violoncellista Luca Giovannini, 1° premio 2015 nella categoria “Solisti”, con Menzione speciale della Giuria, Medaglia del Presidente della Camera dei Deputati e Menzione speciale come più giovane finalista nella sua categoria. Accompagna al pianoforte il M° Federico Donadoni.

Tra le finalità di Discanto, vi sono: promuovere la diffusione della cultura, specialmente in ambito musicale; aiutare i giovani artisti ad affacciarsi al mondo del lavoro, fornendo loro occasioni a livello professionale; creare una rete di networking con altre realtà; favorire il turismo culturale.

Il concorso Internazionale di Musica Gaetano Zinetti, giunto a tagliare il traguardo della ventiduesima edizione, si svolge nel mese di settembre a Sanguinetto (VR) e beneficia del patrocinio della Rappresentanza in Italia della Comunità Europea e del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, della Medaglia del Senato della Repubblica, con il contributo della Regione Veneto.

Contatti: [email protected]   +39 045 8538071   +39 392 2231495


Una nota per la Capitolare

La Biblioteca Capitolare in collaborazione con Fondazione Discanto, vi invita al concerto del giovane violoncellista Luca Giovannini, vincitore del Primo Premio Assoluto al 20° Premio Internazionale di Musica Gaetano Zinetti di Sanguinetto, in programma sabato 16 dicembre 2017 ore 18.00 presso il Salone della Biblioteca.

L’iniziativa intitolata “Una nota per la Capitolare” è organizzata a sostegno del progetto di crowdfunding “I Tesori nascosti della Biblioteca più antica al mondo: La Capitolare di Verona”. In programma Suite per Violoncello, scritta a metà degli anni ’20 dal compositore e violoncellista spagnolo Gaspar Cassadò e la Suite n. 6 in D maggiore di Johann Sebastian Bach.

Luca Giovannini, 17 anni, studia violoncello dall’età di otto, allievo del maestro Luca Simoncini al Conservatorio Venezze di Rovigo, Giovannini può già vantare un curriculum eccezionale. Dal 2011, ha ottenuto molti primi premi assoluti in prestigiosi concorsi nazionali ed internazionali. Nel 2014, al Concorso Ibla Gran Prize ha vinto due borse di studio e un tour di concerti negli Stati Uniti ed un’altra borsa di studio Premio «Maura Giorgetti» Filarmonica dal Teatro alla Scala di Milano. Nel 2015 è Primo assoluto della sezione archi del sesto Concorso Salieri di Legnago, Primo assoluto al Concorso Internazionale Zinetti con Menzione speciale della giuria, e medaglia della Presidenza del Senato First Prize Winner of the International Music Competition London.

Ha preso parte a prestigiose manifestazioni concertistiche in teatri e sale da concerto come Palazzo Cavagnis di Venezia, Villa Houck nel Canton Ticino, la Sala Maffeiana di Verona (con l'orchestra da camera I Virtuosi Italiani), il Tempio della Beata Vergine del Soccorso Rotonda di Rovigo, il Teatro Alle Grazie di Bergamo, il Salieri di Legnago, le Sale Apollinee della Fenice di Venezia, il Teatro Argenta Little Rock in Arkansas, la Casa Italiana Zerilli Marino di New York e la Carnegie Hall, sempre nella Grande Mela.

Alle ore 16.00 è prevista una presentazione della Biblioteca: la storia, i tesori e i codici famosi; alle ore 18.00 il concerto.

Inoltre, per l’ occasione si potranno ammirare anche alcuni preziosi codici musicali.

Biglietto per il concerto: euro 10

Presentazione Biblioteca più Concerto: euro 15

Informazioni e prenotazioni:

+39 045 8538071       +39 349 6862598

mail: [email protected] 


Condividi con

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy