Eventi

Dalla penna al torchio: la forma del libro nei secoli

Dalla penna al torchio: la forma del libro nei secoli
s
abato 27 e domenica 28 aprile 2019 ore 10.30 - 16.00 esposizione temporanea

La Biblioteca Capitolare, in collaborazione con Fondazione Discanto e con il patrocinio del Comune di Verona, organizza nelle giornate di sabato 27 e domenica 28 aprile un’esposizione temporanea alla scoperta della millenaria storia del libro.

Ogni giorno entriamo in contatto con il libro, manufatto che ci ha accompagnato fin dall’infanzia, ma qual è la sua storia? Com’è diventato quello che è oggi? Il suo percorso inizia molti secoli or sono, sviluppandosi attraverso civiltà e continenti diversi. L’esposizione ripercorrerà alcune di queste tappe, dalla forma del codice al libro a stampa. Saranno visibili esemplari significativi e particolarmente preziosi come l’Evangeliario Purpureo, un codice del VI sec. i cui fogli sono stati bagnati nella porpora e scritti con oro e argento; un piccolo codice di contenuto cristiano e un palinsesto, esemplificativi delle difficoltà che i copisti potevano incontrare nel loro lavoro. Alcuni esemplari della grande stagione della miniatura ci condurranno nel passaggio dal libro manoscritto al testo a stampa. Saranno visibili alcuni incunaboli, in particolare uno dei più bei libri mai stampati, l’Hypnerotomachia Poliphili, che racchiude in sé splendide immagini (e un enigmatico segreto). Eccezionalmente sarà esposta inoltre una “Vita di Cristo” stampata in Cina nel XVII secolo, con xilografie e ideogrammi cinesi.

In entrambe le giornate sono previsti un turno di visite guidate al mattino (11:30) e un turno il pomeriggio (16:00) al prezzo di 10 euro. Nelle fasce orarie 10:30-11:30 e 12:30-15:00 sarà invece possibile accedere all’esposizione senza guida al prezzo di 5 euro.

INFO EVENTO
Sabato 27 e domenica 28 aprile 2019
Orario visite guidate: 11:30 e 16:00
Ingresso visita guidata euro 10 (gratuito fino a 14 anni)
Orario ingresso senza visita guidata dalle 10:30 alle 11:30 e dalle 12:30 alle 16:00
Ingresso senza visita guidata: 5 euro.

Prenotazione consigliata per le visite guidate
Tel. 388 5758902 – [email protected]


L’intelligenza delle piante: dagli erbari alla robotica

La Biblioteca Capitolare, in collaborazione con Fondazione Discanto e con il patrocinio del Comune di Verona, presenta “I venerdì della Capitolare”, una serie di incontri dedicati alla storia e alle tecniche che nel corso dei secoli hanno reso possibile la realizzazione e la conservazione di volumi di straordinario valore storico-artistico.

Il quarto incontro dal titolo "L’intelligenza delle piante: dagli erbari alla robotica" avrà luogo venerdì 26 aprile alle ore 18.00 e avrà come relatore Renato Poletto.

Di formazione musicale classica (pianoforte ed organo, canto corale polifonico e canto gregoriano) approda al canto sperimentale, alla programmazione su sintetizzatori e campionatori con una ventennale esperienza come Sound Engineering in studio ed in ambienti Live. Dal 2002 è parte di un gruppo che sperimenta la "neuro botanica": il contatto con il mondo vegetale attraverso la meditazione e l’utilizzo di apparecchiature elettroniche, che traducono l’attività elettrica delle piante in suono, tanto da poter eseguire delle performance “uomoalberi” con voce e strumenti musicali.

Partendo dalle conoscenze botaniche dei nostri avi ci porterà a conoscere le piante da un punto di vista sconosciuto fino a pochi decenni fa. Attraverso la sua strumentazione ci farà toccare con mano la vivace attività di alcune piante e le prospettive che si aprono con la conoscenza dell’intelligenza dei vegetali.

 

INFO EVENTO
Biblioteca Capitolare di Verona (Piazza Duomo, 19)
Venerdì 26 aprile ore 18.00
Prezzo: 10€ (gratuito per bambini fino a 14 anni)*

Prenotazione consigliata
388 5758902 – [email protected]

PROSSIMO APPUNTAMENTO:
- Venerdì 31 maggio 2019 ore 20.30*
Alchimia ed esoterismo nei testi della Capitolare (G. Sangiorgio)

* seguirà nel chiostro dei canonici lo spettacolo Guilty alle ore 21.30


Tutto Chopin – Il genio con i guanti

MERCOLEDÌ 24 APRILE 2019, ORE 20.30
TUTTO CHOPIN. IL GENIO CON I GUANTI

Andreas Frölich e i suoi studenti Anna McCargow, Nana Okumura, Peter Naryshkin

Il Maestro presenta il mondo incantato di Fryderic Chopin con suoi tre migliori allievi, giovanissimi, ma già vincitori di concorsi pianistici tra i più prestigiosi al mondo

Programma
F. Chopin: Preludio op. 45
Polacca op. 26 n. 1
Notturno op. 27 n. 2
Improvviso op. 3 n. 51
Valzer Brillante op. 34 n. 3
4 Mazurke op. 17
Ballata n. 1 op. 23
Sonata n. 3 op. 58

Il pianista tedesco Andreas Frölich ha studiato con i Proff. Stefan Askenase, Vitaly Margulis a 3 Friburgo Pavel Gililov a Colonia. È risultato tra i vincitori di numerosi concorsi pianistici, tra cui a Senigallia, Finale Ligure, Milano ,Vienna. Tiene regolarmente concerti nelle più rinomate sale in Europa, Sud America, Asia, Sudafrica e Australia e in festival musicali tra più prestigiosi, come per esempio Rheingau Musikfestival, Schleswig Holstein Musikfestival, Salzburg, Emilia Romagna Festival, Schubertiade Roskilde e molti altri festival internazionali. Come solista, Andreas Frölich è apparso con molte rinomate orchestre ed è il pianista del Trio Mendelssohn di Berlino e spesso si esibisce con l’Ensamble Wien, guidata dal Concertmaster della Vienna Philarmonic.

Ha registrato per molte radio nazionali (in Germania) e internazionali e ha pubblicato più di 40 cd, di cui diversi vincitori di premi, per differenti etichette discografiche, quali OEHMS CLASSICS, CPO, EMI, BMG, Divox, Signum, Fono.

Andreas Frölich è il Direttore Artistico e Presidente di Giuria al MozArte International Piano Competition, Direttore Artistico del MozArte Music festival e della “Orpheo concert series” a Kerkrade (Olanda).

È Professore all’Università di Colonia e Professore ospite alla Talent Music Master Courses di Brescia, alla Sommerakademie del Mozarteum di Salisburgo, alla international Holland Music Sessions e tiene masterlcass in tutto il mondo. Negli ultimi anni i suoi studenti hanno vinto più di 60 premi in Concorsi Pianistici Internazionali. È spesso invitato come membro di Giuria in molti concorsi pianistici internazionali quali: Madrid, Beethoven Competition di Bonn, Valencia, Ferrol, Granada, Enschede (Olanda), Bruxelles, Japan Piano Open a Tokyo, Campillos in Spagna, Larnaca a Cipro, Gorizia, Skrjabin a Grosseto, Hong Kong / Guanghzhou.

Anna McCargow è nata a Mosca nel 2001 e ha iniziato gli studi pianistici all’età di 5 anni. Dal 2008 al 2017 ha studiato presso la Gnessin Music School di Mosca. Dal 2016 studia presso l’Accademia Internazionale Talent Music Master Courses di Brescia e, dal 2017, alla Central Music School del Conservatorio di Stato Tchaikovsky di Mosca. Nonostante la giovanissima età, Anna è vincitrice di numerosi concorsi pianistici internazionali.

Nana Okumura è nata in Giappone e ha iniziato gli studi pianistici all’età di 4 anni. Dopo aver conseguito il Bachelor alla Musashino Music University (Tokyo) dove ha studiato con la Prof.ssa Elena Ashkenazy, si è trasferita in Germania per studiare con il M° Andreas Frölich. È stata premiata in numerosi Concorsi Internazionali, quali Ciudad del Leganes e Maria Herrero in Spagna (2° Premio) e Asian International Music Competition e ha una carriera attiva sia come solista, sia come componente di gruppi di musica da camera.

Peter Naryshkin ha studiato all’Università di Dresda con il Prof. Arkadi Zenziper. Con il M° Andreas Frölich si sta perfezionando dal 2016 presso l’Accademia Talent Music Master Courses di Brescia. Ha vinto numerosi premi, il già recente nell’Agosto 2018 l’”Academy Award nell’ambito della Sommerakademie del Mozarteum di Salisburgo, 1° Premio al Concorso Pianistico Internazionale Leganes di Madrid e 1° Premio e Premio Speciale a Lagny sur Marny (Parigi).

Nel 2011 è stato premiato nel Concorso Costa Amalfitano, nel 2016 il 3° Premio al Concorso “MozArte” di Aachen.

Ingresso euro 5, gratuito per under14
Villa Vecelli Cavriani: via Caterina Bon Brenzoni, 3 Mozzecane (VR)
Per informazioni [email protected] – Tel. 045 8538071
Ampio parcheggio pubblico gratuito


Passeggiata con il Prefetto 14 aprile 2019

Passeggiata con il Prefetto
domenica 14 aprile ore 15.00

Continuano i tour a cura di Mons. Bruno Fasani, dal titolo  “Passeggiata con il Prefetto”, diventato ormai l’appuntamento più atteso. L'idea di fare questo evento è nata in collaborazione con Fondazione Discanto sulla falsa riga di quanto proposto al Museo Egizio di Torino, dove la visita guidata con il direttore è ormai diventata un evento mensile imperdibile per cittadini e turisti. La capacità comunicativa di Mons. Bruno Fasani, Prefetto della Capitolare, è straordinaria tanto da permettergli di catalizzare l'attenzione dei visitatori per ben due ore consecutive. I visitatori compieranno un viaggio attraverso i secoli di storia della biblioteca più antica al mondo ancora oggi funzionante e del Museo Canonicale, ammirandone le opere custodite.

In Capitolare studiarono il figlio di Carlo Magno, Pipino, Dante Alighieri, Francesco Petrarca e tanti altri. Sopravvissuta al terremoto, alla peste, alle ruberie di Napoleone, all’alluvione del 1882 e alle bombe, oggi la Biblioteca Capitolare, “regina delle collezioni ecclesiastiche” come la definì il paleografo Elias Avery Lowe (1879-1969), custodisce un tesoro di inestimabile valore. Grazie a questo tour esclusivo, i visitatori avranno anche la possibilità di entrare nel Museo Canonicale, un angolo di Verona assolutamente sconosciuto, che conserva tesori di straordinaria bellezza, generalmente chiuso al pubblico.

La visita guidata inizierà alle ore 15.00 presso la Biblioteca Capitolare, spostandosi successivamente nel Museo Canonicale. Il prezzo del biglietto è di 15€ e la prenotazione è obbligatoria in quanto i posti sono limitati.

INFO EVENTO
Biblioteca Capitolare di Verona (ingresso Piazza Duomo 19)
Domenica 14 aprile 2019 ore 15.00
Prezzo: euro 15 (gratuito fino ai 14 anni)
Prenotazione obbligatoria
tel. 388 5758902 – [email protected]


Anima Bio – Consonanze armoniche 1° appuntamento

“ANIMA BIO”  Mario Bardin & Ilaria Loatelli

GIOVEDÌ 11 APRILE 2019, ORE 20.30 Villa Vecelli Cavriani – Mozzecane (VR)

Il binomio musica-poesia è presente fin dall’antichità. I racconti epici dell’Iliade e dell’Odissea erano accompagnati da strumenti musicali e anche Omero stesso ricorreva a questo accorgimento. Nella storia della letteratura la parola era, seppur raramente, concessa anche agli animali e, in casi del tutto eccezionali, alle piante.

“L’anima nelle piante” è il fulcro di questo concerto.

La musica, affidata al pianoforte ed eseguita da Ilaria Loatelli, seguirà un percorso originalissimo, indipendente dalla cronologia e a sostegno del tema. Mario Bardin invece traccerà una linea guida significativa e avvincente, portando alla scoperta di incredibili affinità tra mondo vegetale, da sempre ritenuto inferiore, e mondo animale, che gode di una supremazia epocale. La musica è il collante più opportuno alla comprensione di questa vicenda evolutiva, che ha largamente influenzato la nostra cultura.

Mario Bardin voce narrante
Ilaria Loatelli pianoforte

Programma

F. Liszt: Mephisto Waltz

R. Schumann: Scene del bosco op. 82

C. Debussy: Bruyères

E. Satie: Gymnopedie n. 1

Mario Bardin proviene dagli studi classici. Si laurea in Medicina e Chirurgia e si specializza in Odontoiatria. Frequenta prestigiose università in Europa e negli Stati Uniti e contemporaneamente coltiva la passione per l’arte: pittura, musica e letteratura. Pubblica infatti una serie di libri sulla cultura contadina e approfondisce l’opera poetica di Giacomo Zanella, di cui a breve ricorre il duecentesimo anniversario della nascita. Al celebre umanista affianca un’analisi sull’Apologia di Socrate riprendendo il testo greco.

La musica rimane tuttavia il suo impegno più costante. Si dedica in particolare alla critica e storia musicale soprattutto dell’Ottocento. Presenta numerosissimi concerti, anche dal profilo internazionale, con approfondimenti sui vari autori.

 

Ingresso euro 5, gratuito per under14
Villa Vecelli Cavriani: via Caterina Bon Brenzoni, 3 Mozzecane (VR)

Per informazioni [email protected] – Tel. 045 8538071
Ampio parcheggio pubblico gratuito


In libro veritas: il vino tra i testi della Capitolare

In libro veritas: il vino tra i testi della Capitolare
sabato 6 e domenica 7 aprile 10.30 - 16.00 esposizione temporanea

La Biblioteca Capitolare di Verona, in collaborazione con Fondazione Discanto e con il patrocinio del Comune di Verona, organizza nelle giornate di sabato 6 e domenica 7 aprile un’esposizione temporanea dedicata alla tematica del vino nella cultura e nella letteratura.

“In vino veritas”, dicevano gli antichi, alludendo alla rimozione dei freni inibitori che sarebbe propria del frutto della vite. Ma la storia del legame tra vino e letteratura è molto lunga ed articolata: attraversa i secoli e le civiltà, soprattutto nelle zone di viti e vigneti come l’Italia in generale e il Veronese in particolare, restituendoci testi che trattano l’argomento nelle sue più disparate accezioni.

Il ricchissimo patrimonio culturale della Biblioteca Capitolare, la più antica biblioteca funzionante al mondo, permette di approfondire molteplici aspetti legati al vino attraverso le pagine di alcuni dei suoi antichi libri. L’esposizione temporanea “In Libro Veritas”, si svilupperà lungo secoli di storia, tra antiche pergamene e testi a stampa, tra miniature sacre e tecniche agricole, tra poesie che invitano alla moderazione e altre che incitano a fare ancora un altro brindisi, permettendo ai visitatori di assaporare le molte sfaccettature di una tematica affascinante, ricca e corposa come un calice di inebriante vino profumato.

Il percorso proposto prenderà le mosse dall’Antica Roma, con le Naturalis Historiae di Plinio il Vecchio e le Georgiche di Virgilio, tra le cui pagine si potranno ritrovare alcuni dei più celebri aforismi sul vino e le prime tracce della coltivazione del “vino retico” nella zona del Veronese. Sarà inoltre esposta un’edizione a stampa delle Variae di Cassiodoro, ministro del re Teodorico, che in una lettera ci trasmette la prima traccia scritta della produzione del Recioto.

In rappresentanza dello splendido patrimonio miniaturistico della Capitolare, sarà possibile ammirare uno dei magnifici Libri Corali trecenteschi della Cattedrale, aperto su una miniatura dedicata all’episodio delle Nozze di Cana: episodio particolarmente significativo per ripercorrere la ricca simbologia biblica legata al vino.

Il percorso espositivo procederà con il Trattato dei Ritmi Volgari di Gidino di Sommacampagna, esemplare unico al mondo della fine del Trecento che descrive varie tipologie di poesia, corredandole con esempi: uno di questi componimenti riguarda proprio il vino ed i suoi effetti.

I Discorsi di Pietro Andrea Mattioli, in cui il vino viene definito “Acqua di vita”, l’Opera Omnia del Fracastoro ed il trattato Sulla coltivazione del vino del veronese Antonio Fumanelli, cinquecentine, tratteranno la tematica del vino nelle sue caratteristiche, modalità di coltivazione, proprietà come alimento e come medicinale secondo le convinzioni del tempo.

Le Venti giornate dell’agricoltura di M. Agostino Gallo illustreranno invece le tecniche di coltura della vite, corredate da illustrazioni xilografiche riguardanti gli attrezzi e le fasi della lavorazione del vino, mentre il poemetto Bacco in Toscana di Francesco Redi concluderà il percorso con un lungo elogio del vino pronunciato dal dio Bacco in persona.

 

INFO EVENTO
Sabato 6 e Domenica 7 aprile 2019
Orario visite guidate: 11:30 e 16:00 | Ingresso euro 10 (gratuito fino a 14 anni)
Orario ingresso senza visita guidata dalle 10:30 alle 11:30 e dalle 12:30 alle 16:00 | Ingresso: 5 euro.
Prenotazione consigliata per le visite guidate
Tel. 388 5758902 – [email protected]


Consonanze armoniche

CONSONANZE ARMONICHE
conferenze-concerto a Villa Vecelli Cavriani

a cura di Ilaria Loatelli artist in residence
Produzione Fondazione Discanto

Fondazione Discanto presenta la I edizione del ciclo di conferenze-concerti “Consonanze Armoniche”, a cura della nota pianista veronese Ilaria Loatelli, artista in residence, in programma presso il salone affrescato di Villa Vecelli Cavriani a Mozzecane (Verona), seicentesca residenza nobiliare riadattata nel settecento seguendo il gusto neoclassico. Il calendario prevede 6 appuntamenti, che spaziano tra epoche e stili, con artisti di assoluto livello internazionale. La rassegna è una produzione di Fondazione Discanto e beneficia del patrocinio del Comune di Mozzecane.

Si inizia giovedì 11 aprile con “Anima bio”, un percorso originalissimo di musica e poesia con il critico d’arte Mario Bardin e la pianista Ilaria Loatelli, alla scoperta del connubio mondo vegetale-mondo animale attraverso l’anima degli esseri viventi.

Il secondo incontro, atteso per mercoledì 24 aprile, vede protagonista assoluto il pianoforte con “Tutto Chopin - Il genio con i guanti”. Ospite d’eccezione il pianista di fama internazionale Andreas Frölich, docente presso l’Accademia Internazionale Talent Music Master Courses di Brescia e l’Università di Colonia. Il Maestro presenta il mondo incantato di Fryderic Chopin assieme a tre dei suoi migliori allievi, giovanissimi, ma già vincitori di alcuni tra i più prestigiosi concorsi al mondo.

Segue “Caleidoscope”, giovedì 9 maggio, con un artista poliedrico ed eclettico: il pianista Simone Sala, che vanta collaborazioni musicali d’eccezione con Gino Paoli, Danilo Rea, Mango e molti altri autori e interpreti della canzone d’autore pop. Una serata all’insegna delle sorprese per scoprire il pianoforte tramite un Maestro che ha fatto dell’unione tra differenti stili il punto cardine del suo percorso.

Giovedì 30 maggio, si cambia ritmo con “Violoncello flamenco”. Fedele al motto “La musica è la sua vita, il flamenco la sua passione” il violoncellista Ramón Jaffè, con al pianoforte Ilaria Loatelli, unisce il grande repertorio classico per violoncello a influenze di flamenco e di musica popolare, per una serata all’insegna della passionalità.

La quinta proposta, il 6 giugno, accende i riflettori su Reggie Clews, primo violino e co-Concertmaster della Malta Symphony Orchestra, una delle formazioni sinfoniche più quotate del momento. “Sulle corde dell’anima” presenta alcuni dei brani più belli del repertorio scritto per questo strumento, tra cui Sonate di Brahms e di Mozart, uniti a lavori virtuosistici, fruibili ed entusiasmanti, quale la “Fantasia su Carmen” di Sarasate.

La stagione si conclude giovedì 20 giugno con lo scrittore, critico d’arte e docente universitario Giuseppe Fusari che accoglie l’arrivo dell’estate con “Impressioni di luce”. Un viaggio emozionale ed evocativo attraverso l’occhio dei grandi della pittura e della musica, per cogliere le “impressioni” del mondo che ci circonda.

Tutti gli appuntamenti hanno inizio alle ore 20.30 e si tengono presso il Salone di Villa Vecelli Cavriani.

Ingresso euro 5, gratuito per under14.

Per informazioni [email protected] – Tel. 045 8538071
Villa Vecelli Cavriani: via Caterina Bon Brenzoni, 3 Mozzecane (VR)
Ampio parcheggio pubblico gratuito


L’evoluzione della lingua

L'Evoluzione della lingua: dal latino all'italiano
sabato 30 e domenica 31 marzo ore 10.30 - 16.00 esposizione temporanea

Sabato 30 e domenica 31 marzo, la Biblioteca Capitolare ripropone l'appuntamento che ha fatto registrare il record di visitatori: l'Evoluzione della Lingua, dal Latino all’Italiano attraverso alcuni antichi e rari manoscritti e testi a stampa. L'evento svolto in collaborazione con Fondazione Discanto e con il patrocinio del Comune di Verona, è un viaggio alla ricerca delle radici della nostra lingua che, attraverso antiche pagine, conduce il visitatore alla scoperta di quello che siamo, ai mattoni che costituiscono la nostra storia ed il nostro patrimonio culturale, ma anche il nostro modo di vedere il mondo, di pensare, di esprimerci e di relazionarci.

Verranno esposte opere rappresentative di questo passaggio linguistico quali: il Tresor, la prima enciclopedia in lingua volgare di Brunetto Latini, il codice dei “Ritmi Volgari” di Gidino di Sommacampagna, una Macaronea, incunabolo rarissimo di latino maccheronico del 1400 che narra di uno scherzo ad uno speziale, nonché testi dei grandi “padri” della nostra cultura quali la Vita Nuova di Dante ed i Trionfi di Petrarca. In questo caso, per evirare problemi di degrado del testo dell'indovinello veronese, non verrà esposto l'originale, ma una copia ingrandita che offrirà una migliore leggibilità e darà la possibilità di analizzare nel dettaglio la prima traccia scritta della lingua “volgare”.

In entrambe le giornate sono previsti un turno di visite guidate al mattino (11:30) e un turno il pomeriggio (16:00) al prezzo di 10 euro. Nelle fasce orarie 10:30-11:30 e 12:30-15:00 sarà invece possibile accedere all’esposizione senza guida al prezzo di 5 euro.

INFO EVENTO
Sabato 30 e Domenica 31 marzo 2019
Verona, Biblioteca Capitolare (piazza Duomo, 19)
Orario visite guidate: 11:30 e 16:00 | Ingresso euro 10 (gratuito fino a 14 anni)
Orario ingresso senza visita guidata dalle 10:30 alle 11:30 e dalle 12:30 alle 16:00 | Ingresso: 5 euro.

Prenotazione consigliata per le visite guidate
Tel. 388 5758902 – [email protected]


Passeggiata con il Prefetto – domenica 24 marzo 2019

Passeggiata con il Prefetto Mons. Bruno Fasani
domenica 24 marzo 2019 ore 15.00

La Biblioteca Capitolare, in collaborazione con Fondazione Discanto e con il patrocinio del Comune di Verona, ripropone l'evento “Passeggiata con il Prefetto” che nelle scorse edizioni ha registrato il tutto esaurito in pochissime ore.

Mons. Bruno Fasani, prefetto della Capitolare, accompagnerà i visitatori in un viaggio attraverso i secoli di storia della biblioteca più antica al mondo ancora oggi funzionante. Qui studiarono il figlio di Carlo Magno, Pipino, Dante Alighieri, Francesco Petrarca e tanti altri. Sopravvissuta al terremoto, alla peste, alle ruberie di Napoleone, all’alluvione del 1882 e alle bombe, oggi la Biblioteca Capitolare, “regina delle collezioni ecclesiastiche” come la definì il paleografo Elias Avery Lowe (1879-1969), custodisce un tesoro di oltre 1.200 manoscritti, 245 incunaboli, 2.500 cinquecentine, 2.800 seicentine e altri 70 mila volumi, oltre ad antichi strumenti per la stampa, opere pittoriche, strumenti musicali antichi ed altro ancora.

Strettamente collegata alla biblioteca è la pinacoteca del Capitolo dei Canonici, un angolo di Verona assolutamente sconosciuto, che conserva tesori di straordinaria bellezza. Grazie a questo tour esclusivo, i visitatori avranno anche la possibilità di entrare nel Museo Canonicale, generalmente chiuso al pubblico, e di ammirarne le opere custodite.

La visita guidata inizierà alle ore 15.00 presso la Biblioteca Capitolare, spostandosi successivamente nel Museo Canonicale e avrà una durata approssimativa di 2 ore. Il prezzo del biglietto è di 15€ e la prenotazione è obbligatoria in quanto i posti sono limitati.

INFO EVENTO
Biblioteca Capitolare di Verona (ingresso Piazza Duomo 19)
Domenica 24 marzo 2019 ore 15.00
Prezzo: euro 15 (gratuito fino ai 14 anni)
Prenotazione obbligatoria
tel. 388 5758902 – [email protected]


Condividi con

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy